Primo PianoSerie A

FOCUS – Sogni nuovamente in viaggio

Riparte domani da Cagliari l’avventura dello Spezia nella massima serie del calcio italiano. Si riparte da un sogno avverato ma anche con dalla voglia matta di assaporarne uno nuovo, ora che tutti hanno capito che niente è impossibile, soprattutto quando c’è entusiasmo e programmazione..

Riparte domani da Cagliari l’entusiasmante avventura dello Spezia nella massima serie del calcio italiano.
Si riparte da un sogno avverato ma anche dalla voglia matta di assaporarne uno nuovo, adesso che tutti hanno capito che niente è impossibile, soprattutto quando c’è entusiasmo e programmazione.

Si ricomincia con un nuovo tecnico, Thiago Motta, con una rosa ridotta ma che ha ben figurato nella prima uscita ufficiale in Coppa Italia contro il Pordenone, con diversi nuovi acquisti non ancora presenti.
Il Direttore sportivo Riccardo Pecini ha scelto la strada della pazienza, ha scelto di portare avanti le piste già battute nelle scorse settimane al costo di risultare “contati” per l’esordio in campionato in terra sarda.
Non comprare tanto per, quindi, ma continuare a battere un terreno che porterà nei prossimi giorni in riva al golfo giocatori non solo giovani e talentuosi, ma anche elementi esperti, rodati, pronti.

E’ stato, ed è, un mercato come mai si era visto prima da queste parti, acquisti di giovani di grande prospettiva e già in qualche modo protagonisti nei rispettivi campionati europei, prospetti ritenuti idonei a spiccare il volo nel calcio che conta.
Investimenti sostanziosi, concorrenze battute, una patrimonializzazione sempre più marcata e in grado, nel prossimo futuro, di innalzare la cifra tecnica della squadra e, allo steso tempo, di assicurare un plus valore per gli investimenti futuri.

Ma adesso è tempo di calcio giocato e c’è grande curiosità per valutare l’impatto che Thiago Mota avrà su questa squadra, quale spirito, quale sagacia tattica, quale personalità sarà in grado di apportare, a questa creatura giovane e affamata, un tecnico altrettanto giovane a affamato.
Desiderio e fame che sono quelle di un popolo intero, un popolo che potrà finalmente tornare ad abitare i gradoni del “Picco” per stare vicini davvero alla propria squadra e gustarsi il palcoscenico più bello del calcio italiano, per dare finalmente un volto coi propri occhi a un sogno cullato chissà quanto.

Quello di Cagliari sarà uno Spezia probabilmente simile nello schieramento tattico a quello visto in Coppa Italia, contro un Cagliari che nutre anch’esso qualche piccolo problema ma che ha elementi in grado di sorprenderti in ogni momento.
Le assenze dell’ultima ora rendono cortissima la mediana, ma bisognerà fare di necessità virtù, non c’è altro da dire.
Il nuovo tecnico aquilotto promette di essere camaleonte da un punto di vista tattico, il suo calcio giura coraggio e mentalità vincente sula falsariga di quello del suo predecessore ma già domani, in una condizione quasi di emergenza, i tifosi aquilotti potranno scrutarne tempra e capacità di adattamento alle difficoltà, oltre alla sacra capacità di cavare fuori il massimo dai propri giocatori.

Bentornato campionato, bentornate aquile.
Sogni in viaggio..

Foto
Patrizio Moretti

Dennis Maggiani

Nato a La Spezia, laureato in Scienze giuridiche, Talent Scout ed istruttore qualificato di Scuola Calcio, ex Osservatore per le giovanili dello Spezia Calcio. Redattore di Analogico Redazione (rivista di critica cinematografica), dal 2015 redattore di Spezia Calcio News Quotidiano.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
P