SPEZIA-VENEZIA: 1-0 ALL’ULTIMO RESPIRO GYASI MANDA IL PICCO IN DELIRIO

|

|

Era destino che fosse Ema Gyasi a mandare in delirio il pubblico del Picco segnando l’ennesimo gol decisivo.
La quinta rete in campionato, arrivata dopo una giocata di caparbietà e di cattiveria agonistica, quella che ci vuole in certi frangenti per spezzare l’equilibrio.
Arrivano così tre punti di importanza assoluta, quelli che avvicinano alla salvezza la squadra di Thiago Motta, bravo a cambiare lo spartito nel momento giusto, ancora una volta.

Una vittoria arrivata all’ultimo giro di lancette di un match duro da gestire a livello psicologico data l’importanza della posta in palio e che poteva portare il primo zero a zero dell’annata.
La zampata, in realtà un gol più tra pancia e coscia, di Gyasi cambia le sorti della zona salvezza, con i bianchi che ora si allontanano forse in maniera definitiva dalla zona rossa.

Motta conferma difesa e centrocampo, mentre in attacco parte dall’inizio Agudelo e va in panchina Verde, con Gyasi centravanti e Kovalenko esterno a sinistra.
Dall’altra parte Zanetti, in tribuna per squalifica, parte con il 4-3-3 recuperando Vacca davanti alla difesa e Johnsen in attacco, con Okereke a sostituire centralmente lo squalificato Henry.

Lo Spezia inizia meglio la gara, si vede che gli ospiti sono più tesi e stentano a entrare in partita.
Con il passare dei minuti prevale però la prudenza da entrambe le parti, con l’equilibrio che può sbloccarsi per una conclusione di Bastoni ben respinta dal portiere ospite e da una punizione di Aramu che si stampa sulla traversa con Provedel proteso in tuffo.

Nella ripresa ci si aspetta che la gara si sblocchi e diventi più aperta, del resto sono gli ospiti a dover rischiare qualcosa.
Infatti è il tecnico Zanetti a provare a sparigliare la situazione inserendo Nsame e Crnigoj per dare fisicità alla fase offensiva.
Motta risponde con Verde al posto di Kovalenko e successivamente con l’ingresso di Ferrer per Reca e Manaj per Agudelo.

Nella prima parte della ripresa è il Venzia a mostrarsi più intraprendente e un paio di volte Aramu si presenta dalle parti di Provedel con conclusioni che non spaventano il portiere.
Dall’altra parte la vera svolta c’è con l’ingresso di Manaj che da sostanza all’attacco non mollando un colpo e liberando Gyasi per la fascia destra.

Il finale di gara infatti è tutto di marca aquilotta, con lo stesso Manaj che impegna il portiere con un colpo di testa da distanza ravvicinata.
Il Picco cerca di trascinare la squadra alla vittoria, arriva anche qualche cartellino giallo da parte dell’arbitro Doveri, sino all’azione decisiva che porta al gol di Gyasi.
Erlic si guadagna una punizione anticipando Okereke, è lo stesso Provedel che lancia nell’area opposta, Caldara respinge corto dalle parti di Manaj che stoppa di petto e calcia verso la porta con il destro, Maenpaa respinge corto, sulla respinta si avventa Gyasi che anticipa Haps e deposita in rete.

L’esultanza dell’attaccante è incontenibile, si leva la maglia e si lancia verso la Curva Ferrovia festante.
C’è solo il tempo di un’azione offensiva degli ospiti, poi Doveri fischia la fine e il Picco può festeggiare con la squadra che si intrattiene a lungo sotto la Curva.
Ora i punti in classifica sono 32, la salvezza è lì a un passo, un altro miracolo sportivo può compiersi.
Tutte le info sul match a questo indirizzo.

Enrico Lazzeri
Enrico Lazzeri
Nato a La Spezia, è il Direttore Responsabile della testata, segue lo Spezia con passione e trasporto dai primi anni '80 prima da tifoso, poi da tecnico televisivo ed infine da giornalista. Per anni Direttore di Astroradio, collabora con Tele Liguria Sud dagli anni 80, attualmente opinionista nella trasmissione Voglia di Spezia al giovedì sera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Incidenti Spezia-Napoli – C’è tanto che non quadra, anche nei provvedimenti adottati

Giusto premettere che non è nostra intenzione difendere senza...

Incidenti Spezia-Napoli – Dalla censura alle invenzioni, come distorcere una realtà ben chiara

Gli strascichi di ciò che è avvenuto ieri prima,...

SPEZIA-NAPOLI: 0-3 GLI AZZURRI LA CHIUDONO NEL PRIMO TEMPO, NELLA VERGOGNA DEI LORO TIFOSI

In una giornata dove si fa fatica a parlare...
P