TORINO-SPEZIA: 2-1 BIANCHI ACCIACCATI, I GRANATA VINCONO CON MERITO

|

|

Non è stata una gara facile quella dell’Olimpico di Torino per i ragazzi di Thiago Motta.
Il Covid ha fermato due titolari, un guaio fisico ha fatto si che anche capitan Maggiore abbia dovuto saltare la trasferta, tanto che il tecnico si è dovuto inventare un 3-4-3 iniziale mettendosi a specchio con la squadra di Juric.
A casa rimane anche Nzola, per scelta tecnica.

A complicare ancor più le cose è arrivato il fallo di Erlic su Sanabria che manda il Torino in vantaggio su rigore di Lukic.
Fiducia massima per i padroni di casa e Spezia che reagisce per qualche minuto, poi trova pochi spazi nel palleggio dei granata, bravi soprattutto sulla destra dove Singo e Seck trovano il modo di mettere in difficoltà Ferrer e Nikolaou.

Proprio Seck impegna Provedel dopo essersi liberato bene al tiro con il destro.
I bianchi faticano a imbastire azioni offensive, con Manaj che lotta come un leone con Bremer ma poi trova pochi appoggi dai compagni.
E così si prosegue con la squadra di Juric che mantiene il pallino del gioco e delle occasioni, pur senza impensierire più direttamente il portiere.

Nell’intervallo Motta toglie Erlic e inserisce Antiste passando al 4-2-3-1 più congeniale alla squadra e il gioco si sposta nella metà campo avversaria.
Toro quindi che si predispone per il contropiede, per sfruttare gli spazi lasciati dai bianchi.

Antiste prova a incidere sulla destra, Manaj continua a fare a sportellate con Bremer, Gyasi incide poco dalla sua parte, mentre Agudelo alterna cose buone a errori.
Sanabria si presenta davanti a Provedel che si salva d’istinto.
Juric fa qualche cambio di qualità, ma a segnare è di nuovo Lukic, questa volta sugli sviluppi di un corner, con un tiro a giro che si infila alla sinistra di Provedel.

Nonostante il doppio svantaggio lo Spezia ci prova sino alla fine, Motta inserisce Strelec per Ferrer aumentando la trazione anteriore e tornando alla difesa a tre.
Il Toro spaventa un altro paio di volte in contropiede, ma nei minuti finali, la difesa dei granata va in difficoltà un paio di volte, proprio su Manaj che prima impegna il portiere e poi si guadagna un rigore, su assist di Provedel.
Ghersini, così e così la sua direzione di gara, prima concede il rigore, poi il fuorigioco, ma il VAR corregge.

Sul dischetto va Manaj che spedisce la sfera sotto la traversa per il due a uno finale.
Non c’è più tempo per provarci, ma la squadra di Motta dimostra ancora una volta di non mollare sino alla fine.
Una sconfitta indolore, contro un Torino in ottima giornata, che non pregiudica nulla nel cammino degli aquilotti.

Tutte le info sul match a questo indirizzo.

Enrico Lazzeri
Enrico Lazzeri
Nato a La Spezia, è il Direttore Responsabile della testata, segue lo Spezia con passione e trasporto dai primi anni '80 prima da tifoso, poi da tecnico televisivo ed infine da giornalista. Per anni Direttore di Astroradio, collabora con Tele Liguria Sud dagli anni 80, attualmente opinionista nella trasmissione Voglia di Spezia al giovedì sera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Incidenti Spezia-Napoli – C’è tanto che non quadra, anche nei provvedimenti adottati

Giusto premettere che non è nostra intenzione difendere senza...

Incidenti Spezia-Napoli – Dalla censura alle invenzioni, come distorcere una realtà ben chiara

Gli strascichi di ciò che è avvenuto ieri prima,...

SPEZIA-NAPOLI: 0-3 GLI AZZURRI LA CHIUDONO NEL PRIMO TEMPO, NELLA VERGOGNA DEI LORO TIFOSI

In una giornata dove si fa fatica a parlare...
P