Le Interviste – Verde: “Una vittoria che ci dà morale, la dedichiamo a Drago sperando che torni presto”

Abbiamo avuto sfortuna in altre occasioni, ma oggi, al di la che sia avvenuto in trasferta, è un successo davvero importante che ci dà morale. Questa vittoria la dedichiamo a Dragowski, tutti lo aspettiamo il prima possibile e sono certo che tornerà prima del previsto perché è davvero un ragazzo forte.

|

|

La prima vittoria in trasferta dello Spezia arriva al “Bentegodi” contro l’Hellas Verona con il risultato di 1-2. Daniele Verde ha parlato nel post gara, analizzando la sua prestazione e quella della sua squadra.

“Sicuramente questa vittoria ci voleva e la cercavamo da tanto tempo”ha dichiarato l’attaccante aquilotto“Abbiamo avuto sfortuna in altre occasioni, ma oggi, al di la che sia avvenuto in trasferta, è un successo davvero importante che ci dà morale e ci permette di affrontare la sosta con un altro spirito”.

C’è una dedica speciale per questa vittoria?
“Si assolutamente questa vittoria la dedichiamo a Dragowski. La cosa più importante, nella sfortuna dell’infortunio, è stata che tutti ci siamo attivati per capire cosa fosse successo e non ha avuto segni di rottura ossea. Per noi questo è un sollievo e spero anche per lui che è una grande persona e spero che si rimetta presto: tutti lo aspettiamo il prima possibile e sono certo che tornerà prima del previsto perché è davvero un ragazzo forte”.

La tua qualità e creatività sono servite e con il tuo ingresso in campo è cambiato anche lo Spezia.
“A me fa piacere aiutare i miei compagni ed è quello che farò sempre. All’inizio la partita è stata un po’ tesa probabilmente anche per la paura, visto che entrambi lottiamo per la salvezza”.

Come vedi Nzola rispetto alla scorsa stagione? Lo trovi cambiato?
“Si, ma lui comunque è questo. È una persona eccezionale, un grande attaccante e a noi serve tantissimo, soprattutto quando è così in forma”.

Tu come stai? Hai bisogno di questa sosta per recuperare un po’ di energie?
“Si, mi farà bene soprattutto dal punto di vista mentale perché ho passato mesi un po’ bui a causa di un infortunio che non si capiva bene da dove arrivasse e mi ha buttato giù. Ci sta, questo è il nostro lavoro, ma ora sto benissimo anche fisicamente e sono contento di essere tornato”.

Ora iniziano i mondiali e avete tre compagni che sono stati convocati, tutti giovani di qualità: per voi questo è motivo di orgoglio per seguire qualche partita in più, visto che l’Italia non ci sarà?
“Purtroppo l’Italia non ci sarà e noi abbiamo tanti giovani che devono fare esperienza, ma che con la testa sono molto avanti. Noi cerchiamo di aiutare tutti i nostri giovani a diventare sempre più forti in futuro, sperando che mantengano queste qualità”.

Giulia Lorenzini
Giulia Lorenzini
Nata a La Spezia, diplomata al Liceo Classico, giornalista pubblicista. Collabora con tuttob.com, prima dell'esperienza televisiva a Sportitalia e quella con la conduzione di uno spazio nella trasmissione Assist Show su Primo Canale. Collaboratrice del Secolo XIX online per la sezione eventi, è redattrice di SpeziaCalcioNews dal 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

SpeziaCalcioNews TV – Intervista a Matteo Cantile

https://www.youtube.com/watch?v=NuboyrR7LvY

SpeziaCalcioNews TV – News e commenti di giovedì 24-11-2022

https://www.youtube.com/watch?v=jG4-kwW8bQo

SpeziaCalcioNews TV – Conferenza stampa del direttore Eduardo Macía

https://youtu.be/l6lDy0OFpzk

Il PAGELLONE di Verona-Spezia – Nzola un gigante, Holm un incubo, Drago si immola

DRAGOWSKI - 8 Si immola su Lasagna senza...
P