TOP & FLOP di Sassuolo-Spezia – Dragowski reattivo, Amian ingenuo

Il portiere polacco anche oggi si guadagna la palma del migliore, anche se in occasione dell'azione che porta al rigore per il Sassuolo potrebbe far meglio. Nella stessa azione Amian commette l'ingenuità di girarsi al momento del tiro di Lourientè, respingendo la traiettoria con la mano.

|

|

Finisce 1-0 la gara del “Mapei Stadium” tra Sassuolo e Spezia. Il primo tempo termina a reti inviolate, il buon approccio alla gara degli uomini di Semplici e le occasioni create dai padroni di casa. La gara si sblocca nella ripresa grazie ad un calcio di rigore, trasformato da Berardi. Arriva la prima sconfitta in casa Spezia con il nuovo allenatore, mentre il Sassuolo raggiunge provvisoriamente il nono posto in classifica a pari punti con il Bologna.

Parte bene lo Spezia che si fa vedere già al 2′ con una conclusione di Ekdal, murata dalla difesa neroverde. Al 10′ ci prova Nzola, ma il suo tentativo impreciso termina sul fondo. Gli aquilotti dominano nel possesso palla e nella ricerca delle azioni offensive, ma la difesa del Sassuolo contiene bene. I padroni di casa si fanno vedere al 34′ con una delle occasioni più importanti della prima frazione di gioco: Laurienté serve Berardi che prova il sinistro a giro da fuori, fermato solo dalla traversa. Al 35′ è ancora il numero 10 neroverde a provare il tiro, fuori di poco. Al 36′ la conclusione di Toljan finisce alta sulla traversa. Al 41′ Maldini controlla e calcia, ma colpisce un avversario. Al 46′ Thorstvedt serve a centro area per il colpo di testa di Henrique, parato da Dragowski.

La ripresa inizia con il Sassuolo in avanti: al 47′ Laurienté serve Rogerio, ma la sua conclusione viene deviata in tuffo dal portiere aquilotto. Al 48′ è Thorstvedt a mettere in mezzo per Laurienté, anticipato da Dragowski. Al 54′ è ancora il numero 45 neroverde a rendersi pericoloso con un’azione personale, ma è di nuovo reattivo l’estremo difensore aquilotto nel sradicare la palla dai piedi del giocatore. Al 61′ Amian prova il tiro dal limite, parato agevolmente da Consigli. Al 70′ Amian tocca di mano in area e l’arbitro concede il calcio di rigore al Sassuolo. Sul dischetto si presenta Berardi, Dragowski intercetta, ma la palla va in rete per il vantaggio neroverde. Al 73′ il sinistro di Frattesi termina di poco alto. All’80’ il tiro di Harroui colpisce l’esterno del palo e termina sul fondo. Al 95′ Shomurodov prova la conclusione in area, ribattuta da un avversario.

Dopo questa partita, ecco i nostri TOP & FLOP.

TOP SASSUOLO: BERARDI. L’attaccante neroverde è bravo ad avere pazienza ad inizio gara quando viene limitato e ha pochi spazi. Appena trova un varco, il numero 10 libera il suo micidiale sinistro e viene fermato solo dalla traversa. In occasione del calcio di rigore, l’esterno è molto freddo e riesce a battere Dragowski, nonostante l’intuizione del portiere aquilotto. All’85’ viene sostituito da Marchizza.

TOP SASSUOLO: FERRARI. Il difensore neroverde, nonostante si trovi ad affrontare Nzola, uno degli attaccanti più pericolosi del momento, è molto preciso e puntuale in tutti i suoi interventi. L’attaccante aquilotto non dà molti punti di riferimento al numero 13, bravo però a scegliere i tempi giusti di intervento e il tempismo adeguato per mandare in fuorigioco l’avversario.

TOP SPEZIA: DRAGOWSKI. Il portiere aquilotto si dimostra ancora una volta decisivo e reattivo nelle occasioni importanti. Nel primo tempo il numero 69 bianco non compie alcun intervento, ma si fa trovare pronto ad una grande parata sul colpo di testa di Henrique nel recupero. Ad inizio ripresa si ripete su Rogerio, salvando ancora una volta la sua porta. In occasione del rigore, l’estremo difensore intuisce, ma non riesce a parare la conclusione di Berardi.

FLOP SPEZIA: AMIAN. Il terzino aquilotto è autore di una gara opaca e poco lucida. Sulla sua fascia si trova da affrontare un cliente molto scomodo come Laurienté, che non riesce sempre a contenere nelle sue incursioni offensive. Il numero 27 incide negativamente sul match per il suo fallo di mano in area di rigore, che causa il calcio di rigore, decisivo per il risultato finale del match.

Giulia Lorenzini
Giulia Lorenzini
Nata a La Spezia, diplomata al Liceo Classico, giornalista pubblicista. Collabora con tuttob.com, prima dell'esperienza televisiva a Sportitalia e quella con la conduzione di uno spazio nella trasmissione Assist Show su Primo Canale. Collaboratrice del Secolo XIX online per la sezione eventi, è redattrice di SpeziaCalcioNews dal 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Il PAGELLONE della Stagione – MISTER Luca D’Angelo

Voto : 7,5 La firma più grande posta sopra questa...

Il PAGELLONE della Stagione – l’ATTACCO

ANTONUCCI 5 - 19 Presenze, 1263 minuti giocati. Doveva essere...

Il PAGELLONE della Stagione – Il CENTROCAMPO

BANDINELLI 5,5 - 33 Presenze, 1962 minuti giocati I Numeri...

Il PAGELLONE della stagione – La DIFESA

DRAGOWSKI 5 - 13 Presenze, 1170 minuti giocati.L'estremo difensore...
P