Le Interviste – Semplici: “Un epilogo difficile da spiegare, chiediamo scusa ai nostri tifosi”

Oggi non avremmo meritato questo risultato, ma credo che sia difficile dare spiegazioni. È un'amarezza difficile da spiegare per chi come me fa questo lavoro con passione. Ho sempre detto che quando perdiamo è colpa mia e quando vinciamo è merito dei ragazzi. Io ci metto la faccia: il punto non è se mi prendo la responsabilità, che ovviamente è anche mia.

|

|

Si conclude con la retrocessione l’esperienza di Leonardo Semplici sulla panchina dello Spezia: dopo la sconfitta per 3-1 contro il Verona sul campo del “Mapei Stadium”, il tecnico aquilotto ha parlato nella consueta conferenza stampa, analizzando tutti i temi cruciali del match. In conferenza sta

Questo spareggio è stato l’emblema della stagione: nulla è girato per il verso giusto.
“Per quanto mi riguarda ci sono una grande amarezza e un grande dispiacere. È un epilogo che non avremo mai voluto e chiediamo scusa ai nostri tifosi che sono venuti fino a qui e ci hanno sostenuto in tantissimi. È un’amarezza difficile da spiegare per chi come me fa questo lavoro con passione. La partita di oggi è la prova delle innumerevoli occasioni create e della superiorità numerica non sfruttata. Montipò è stato il migliore in campo, ma questo conta poco. È inutile parlare delle assenze o dire che abbiamo sbagliato tanti gol. Oggi non avremmo meritato questo risultato, ma credo che sia difficile dare spiegazioni. È giusto che quando le cose vanno male si parli di stagione negativa, ma è comunque difficile trovare una spiegazione. Sono state tante le partite in cui abbiamo avuto molte occasioni, ma non siamo riusciti a portare a casa punti: se oggi siamo retrocessi, sicuramente ci sono stati degli errori”.

Questa retrocessione è stata causata dalla difficoltà mentale di questa squadra?
“I ragazzi non hanno approcciato a questa partita in maniera inferiore al Verona per quanto riguarda la veemenza e la voglia di vincere. Ci siamo trovati in difficoltà a inizio gara, ma questo ci era già successo. Poi siamo stati bravi a pareggiare, ma dopo ci siamo complicati la vita da soli, nonostante il secondo tempo sia stato straordinario per la mole di occasioni create. Abbiamo caratteristiche completamente diverse come squadre, ma ora è inutile stare ad analizzare i “se” e i “ma”: siamo in serie B e ci dispiace molto. Chiedere scusa non è abbastanza, ma questo è quello che possiamo fare ora. Spero che questa squadra possa ripartire con fiducia e tornare al più preso nella massima serie”.

Lei come allenatore si sente responsabile?
“Le prestazioni contro Sampdoria e Cremonese non erano state negative, ma i risultati hanno detto il contrario. Quando sono arrivato avevamo due punti di vantaggio sul Verona e non è stato facile mantenerli. Ho sempre detto che quando perdiamo è colpa mia e quando vinciamo è merito dei ragazzi. Io ci metto la faccia: il punto non è se mi prendo la responsabilità, che ovviamente è anche mia”.

Per quale motivo Wisniewski ha giocato a destra e non centrale questa sera?
“La nostra difesa è questa, poi varia la disposizione in base alle caratteristiche dell’avversario che incontriamo. A volte mi serve un regista e allora Ampadu sta al centro e Wisniewski a destra, per me questa è la disposizione corretta. Ma non credo che questo sia stato l’aspetto più negativo di questa sera. La posizione di Bourabia non è cambiata con il 3-5-2, visto che gioca sempre da mezzala. Cambia la disposizione degli attaccanti, ma sono gli episodi che incidono sulla prestazione. Se a venti minuti dalla fine avessimo fatto gol, avremmo potuto vivere un finale di partita totalmente diverso, ma purtroppo con è stato così. Ci sono valutazioni fisiche e tecniche che un allenatore fa e anche oggi avevo in panchina giocatori che in realtà non erano a disposizione. Siamo arrivati “corti” a livello fisico e questo fa parte di un percorso precedente al mio arrivo: quando ti trovi a rinunciare quasi sempre a quattro o cinque giocatori per infortuni, poi è difficile”.

Giulia Lorenzini
Giulia Lorenzini
Nata a La Spezia, diplomata al Liceo Classico, giornalista pubblicista. Collabora con tuttob.com, prima dell'esperienza televisiva a Sportitalia e quella con la conduzione di uno spazio nella trasmissione Assist Show su Primo Canale. Collaboratrice del Secolo XIX online per la sezione eventi, è redattrice di SpeziaCalcioNews dal 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Il Sondaggio – Vota i tre migliori di Modena-Spezia

Proseguiamo gli appuntamenti con il nostro sondaggio relativo all'ultima...

Le Interviste – D’Angelo: “Bravi a difendere contro una squadra forte, punto importante”

Dopo il pareggio a reti bianche in inferiorità numerica...

Il PAGELLONE di Modena-Spezia – Gelashvili complica, Zoet saracinesca, Cassata e Hristov ingressi preziosi

ZOET 8 - Due volte perfetto su Gliozzi, il...

TOP & FLOP di Modena-Spezia – Zoet insuperabile, Gelashvili inesperto

Termina 0-0 la gara del "Braglia" tra Modena e...
P