SPEZIA-NAPOLI: 0-3 GLI AZZURRI LA CHIUDONO NEL PRIMO TEMPO, NELLA VERGOGNA DEI LORO TIFOSI

In una giornata dove si fa fatica a parlare di calcio giocato, solo le immagini finali con tanti bambini in campo e la festa dello Stadio che ha ringraziato giocatori e tecnico per la salvezza, tira su il morale e riporta ai valori dello sport. Il Napoli la vince nel primo tempo, dopo che il match è stato fermato per più di 10 minuti, per le intemperanze dei tifosi azzurri.

|

|

In una giornata dove si fa fatica a parlare di calcio giocato, solo le immagini finali con tanti bambini in campo e la festa dello Stadio che ha ringraziato giocatori e tecnico per la salvezza, tira su il morale e riporta ai valori dello sport.
Del resto se si consente ancora di andare in giro per l’Italia a delinquenti che con il calcio nulla dovrebbero avere a che fare, la frittata è presto fatta e parla di una gara sospesa per più di dieci minuti nel corso del primo tempo.

Sono bastati 10 minuti di gioco per scatenare i tifosi degli azzurri che hanno iniziato a lanciare torce accese verso il settore occupato dai tifosi spezzini in Curva Piscina.
Lo scambio di lanci si è fatto più fitto e i tifosi napoletani hanno prima provato a scavalcare la barriera che divideva le tifoserie, poi sono entrati sul terreno di gioco per assaltare da lì il settore spezzino.

A questo punto l’arbitro Marchetti è stato costretto a fischiare l’interruzione del gioco, con i giocatori delle due squadre che si sono avvicinati ai tifosi cercando di riportare la calma che è arrivata solo all’arrivo, con palese ritardo, delle forze di polizia.
Alla fine si è deciso di riprendere il gioco, con il Napoli che nel frattempo era già andato in gol con Politano, dopo appena 4 minuti e uno slalom tra i difensori spezzini, concluso con un sinistro all’angolo basso.

La gara riprende, ma nel frattempo molti tifosi di Curva Piscina, specie quelli con figli piccoli, avevano già abbandonato il Picco e si contava qualche ustionato o contuso tra i tifosi e gli steward, gioco forza rimasti coinvolti dalla furia dei tifosi.
Il Napoli è più in palla, lo Spezia sembra colpito dagli eventi e va sotto di altri due gol, prima è Zielinski a concludere in rete dopo un errato disimpegno di Antiste, poi arrotonda Demme che conclude un’azione manovrata a pochi passi da Provedel.

Solo nella ripresa lo Spezia torna in campo con il piglio giusto per provare almeno a rendere meno rotondo il risultato, ma nonostante le diverse occasioni avute, la palla non entra.
Di contro il Napoli di Spalletti, nonostante concluda la gara con il tridente titolare in campo, non va più in gol.
Motta fa esordire anche il terzo portiere Zovko, un giusto premio per un ragazzo serio e preparato che ha fatto spogliatoio durante tutta la stagione.

Tra i bianchi vanno vicini al gol Salcedo, Agudelo e soprattutto più volte Manaj che colpisce anche una traversa, ma non è giornata.
La gara finisce al novantesimo, poi la festa, con i bambini che entrano sul terreno di gioco per accompagnare i giocatori al giro di campo.
La Ferrovia si fa sentire con cori per tutti, in particolare per Martin Erlic che lascerà gli aquilotti per accasarsi al Sassuolo.
Commosso ma festante anche mister Thiago Motta sotto la Curva, per lui anche uno striscione, ma la sensazione è che il suo sia stato un addio.

Se ne saprà di più in questi giorni, intanto il tecnico ha salutato tutti, vedremo se l’attrito con la società sarà insanabile.
Tutte le info sul match a questo indirizzo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Calendario – Si parte con l’Empoli al Picco, quasi tutte le big in trasferta all’andata

Ci siamo, la Serie A 2022-23 è stata presentata...

Abbonamenti – Parte la campagna, ma i tifosi si dividono sui costi di distinti e tribuna

Partirà da domani la campagna abbonamenti per la Stagione...

Abbonamenti – Lo Spezia lancia la campagna con un video ricco di spezzinità

LA NOSTRA CASA, LA NOSTRA FORZA, questo il titolo...

Il Punto – Dal riscatto di Agudelo alla rescissione di Motta, da Gotti, sino al rinnovo di Maggiore

Prosegue la preparazione alla prossima stagione in casa Spezia.Stabilito...
P