Il PAGELLONE di Spezia-Como – Il valzer degli attaccanti, bravi anche Kiwior e Reca

Gotti mette in campo 4 attaccanti e questi lo ripagano tutti con il gol, sono loro in primo piano nel match con il Como. Ma spiccano anche Kiwior che guida la difesa come un veterano e Reca che entra a gara in corso ma confeziona ben due assist per le reti di Strelec e Maldini.

|

|

ZOET – 6 Non è il massimo della reattività sul gol subito, ma c’è da dire che la palla passa sotto le gambe di Kiwior e la vede all’ultimo. Per il resto quasi l’ordinaria amministrazione.

CALDARA – 6,5 Attento, pulito, se la cava bene su Mancuso. Avanza di rado, ma riesce comunque a guadagnarsi un calcio di rigore.

KIWIOR – 7 Guida la difesa in maniera quasi impeccabile, l’unico appunto che gli si può fare è relativo al gol subito, sul quale avrebbe dovuto uscire prima in copertura su Blanco. Piccole cose da sistemare.

NIKOLAOU – 6,5 Quando dalla sua parte gravita Cerri ne soffre un po’ il peso specifico non indifferente, ma se deve andare in chiusura lo fa sempre con tempismo.

GYASI – 7 Mezzo voto in più per le 150 partite in maglia bianca e per la meritata fascia da capitano. Ma intendiamoci, svolge anche bene il compito di esterno, coprendo anche dietro quando serve.

BOURABIA – 6,5 Gotti lo piazza mezzala e lui risponde bene, anche se a volte si pesta i piedi con Sala. La forma sta crescendo, fattore importante per vederlo protagonista.

SALA – 6,5 Davanti alla difesa, fa il suo con ordine e applicazione. Non è un regista classico ma la fase difensiva gli riesce bene.

AGUDELO – 6,5 Gotti lo vede mezzala e a fine gara ne elogia l’applicazione, i recuperi palla e la fase difensiva. Aggiungiamoci che la tecnica non gli manca, specie in fase d’inserimento e avremo un giocatore sempre difficile da marcare.

BASTONI – 6 Fa un po’ fatica in fase difensiva, decisamente meglio in quella propositiva. Al momento Gotti lo impiega esterno, vedremo quando Reca sarà al 100% e avrà recuperato anche Ferrer.

VERDE – 6,5 Nel primo tempo fatica un po’ a trovare sia la posizione che il piede giusto nei piazzati, gradualmente migliora, anche se sbaglia un gol che per lui appare facile. Batte il rigore con grande freddezza. È comunque un leader della squadra e il pubblico apprezza.

NZOLA – 7 Al momento appare essere tornato ai fasti migliori sia come presenza in campo che come cifra tecnica, se poi si mette anche a segnare, allora si che può incidere parecchio.

RECA – 7 Quando entra fa vedere di essersi ripreso bene dagli acciacchi del ritiro e di poter essere decisivo sull’out di sinistra. Confeziona due assist, per Strelec e Maldini, in difesa si mostra solido, difficile chiedere di più.

STRELEC – 7 Sulle sue qualità non ci sono mai stati dubbi, quelli semmai sono rappresentati dall’ambientamento nel calcio italiano e soprattutto al sistema di gioco. Di certo giocare vicino ad un altro attaccante sembra giovargli in maniera particolare. Segna un gol e si procura il rigore, ma soprattutto dà l’idea di esserci, anche mentalmente.

ELLERTSSON – S.V. Si è messo in mostra nelle amichevoli, mezzala con propensione offensiva, è in crescita e va seguito, forse andrà a farsi le ossa, forse no, deciderà Gotti.

MALDINI – 6,5 Quando segni meriti il voto. Il Picco gli porta bene, due gare, due gol, al momento ci limitiamo ai freddi numeri.

HOLM – S.V. Altro ragazzo interessante e da seguire.

All. GOTTI – 7 È presto ci mancherebbe, ma sta preparando uno Spezia solido che sa difendersi e attaccare pur essendo per sua stessa ammissione al 50% delle potenzialità. Fa la scelta su Maggiore, condivisibile, semmai è il giocatore a incartarsi e rifiutare di giocare (ma lo consiglia qualcuno che vuole il suo bene o no?), ma lui va avanti per la sua strada e premia Gyasi. Nel dopo gara dirà come ci siano ancora parecchie cose da registrare e tutto sommato sarebbe anche strano il contrario. Gli segnano tutti gli attaccanti che inserisce e questo è un dato non da poco, anche a livello mentale. Con Dragowski sistema la porta, ora spera anche di capire velocemente quello che sarà il destino di Maggiore, ormai per sua stessa volontà lontano dallo Spezia ma che al momento ha come unica pretendente la Salernitana. Se arrivano i rinforzi giusti (Ampadu e Petagna?) avrà in mano una squadra solida che si può giocare la salvezza alla grande.

Arbitro MERAVIGLIA – 6 Giudica fuori area un fallo nettamente dentro, il VAR lo corregge. Giudica bene invece in occasione del gol di Nzola, proteste per una sbracciata dell’attaccante e il presunto rigore su Cerri che le immagini mostrano tuffarsi in avanti senza essere spinto. Per il resto la direzione di gara è coerente ed equilibrata.

Enrico Lazzeri
Enrico Lazzeri
Nato a La Spezia, è il Direttore Responsabile della testata, segue lo Spezia con passione e trasporto dai primi anni '80 prima da tifoso, poi da tecnico televisivo ed infine da giornalista. Per anni Direttore di Astroradio, collabora con Tele Liguria Sud dagli anni 80, attualmente opinionista nella trasmissione Voglia di Spezia al giovedì sera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Le Interviste – Bourabia: “Potevamo far meglio, lavoreremo per migliorarci”

Dopo la gara contro la Lazio finita con la...

Le Interviste – Gotti: “La Lazio è forte, ma noi ci abbiamo messo del nostro”

Dopo la sonora sconfitta per 4-0 contro la Lazio,...

IL PAGELLONE di Lazio-Spezia – In troppi faticano, Olimpico ancora una volta amaro

Dragowski 6: Il polacco evita più volte il tracollo...

TOP & FLOP di Lazio-Spezia – Nzola combattivo, Kiwior spaesato

Il match dell'"Olimpico" tra Lazio e Spezia finisce 4-0:...
P