SPEZIA-MODENA: 1-1 UN PARI ALL’ULTIMO TUFFO, CHIUDE UN ANNO DA INCUBO

Il girone d'andata e un disgraziato 2023 si chiudono con un pari acciuffato all'ultimo tuffo da Gelashivili, protagonista in precedenza anche del gol subito, avendo provocato il rigore messo in rete da Palumbo. Lo Spezia chiude quindi l'anno al penultimo posto in classifica, non lontano dalla salvezza diretta, ma in una situazione delicata che non permetterà distrazioni nel girone di ritorno.

|

|

Il girone d’andata e un disgraziato 2023 si chiudono con un pari acciuffato all’ultimo tuffo da Gelashivili, protagonista in precedenza anche del gol subito, avendo provocato il rigore messo in rete da Palumbo.
Lo Spezia chiude quindi l’anno al penultimo posto in classifica, non lontano dalla salvezza diretta, ma in una situazione delicata che non permetterà distrazioni nel girone di ritorno.

A prescindere da quelli che saranno gli interventi sul mercato, a questa squadra servirà trovare un filotto di risultati che porti anche quella tranquillità che ora manca.
Troppo importante mantenere la categoria, come ribadito dallo stesso AD Gazzoli a fine gara, tanto che la società è pronta a ricorrere al mercato per portare gente motivata e di categoria che dia una mano alla causa.

Purtroppo ci mette del suo anche l’influenza che non permette a D’Angelo di schierare diversi elementi o di schierarli ma debilitati.
Si ferma anche Hristov, dopo che aveva già dato forfait Cassata, per Zurkowski solo pochi minuti di autonomia, mentre Salvatore Esposito e Nikolaou, hanno giocato con la febbre.
Nell’emergenza quindi in campo Gelashvili al fianco di Nikolaou in difesa e Candelari sulla trequarti con Verde.

Nel Modena un paio di assenze, mentre il rientrante Gerli parte dalla panchina, in avanti Tremolada gioca dietro a Falcinelli e Manconi.
In avvio i bianchi provano a imprimere il ritmo alla gara, pur non gettandosi a capofitto in avanti.

Nel mezzo Esposito e Bandinelli faticano un po’, mentre Candelari paga un gialli inflittogli nei primissimi minuti da un frettoloso Giua.
Verde prova a trovare la giocata, ma latitano le conclusioni e non è una novità.

Gli ospiti si vedono solo a sprazzi, ma Zoet non deve effettuare particolari parate, nel complesso si assiste a un primo tempo non esaltante.
La ripresa inizia con i bianchi più convinti in zona offensiva, con l’ingresso di Antonucci, D’Angelo, squalificato e sostituito in panchina dal vice Taddei, prova a cambiare passo davanti, ma è il Modena ad andare in vantaggio con un calcio di rigore di Palumbo.

Il fallo lo commette Gelashvili che ingenuamente si fa anticipare da Falcinelli.
C’è tempo, ma il ‘Picco’ inizia a rumoreggiare su qualche errore di troppo commesso specie nel mezzo, mentre Moro prende il posto di Kouda prima della mezzora.
IL Modena cerca di controllare la gara, ma nel finale abbassa il baricentro, hanno occasioni sia Verde che Salvatore Esposito che Antonucci, ma le conclusioni sono imprecise.

Il finale è concitato, dentro anche Krollis e Zurkowski, il Modena può chiuderla con Duca che però calcia debole addosso a Zoet, dall’altra parte Moro colpisce il palo dal limite e sulla respinta il portiere Gagno respinge sullo stesso Krollis.
Nel recupero infine arriva il pari, Salvatore Esposito recupera una palla sulla trequarti e mette in mezzo, dove Gelashvili è il più lesto di tutti a mettere dentro di testa il suo primo gol in maglia bianca.

È un pari meritato che va preso e messo da parte in attesa di tempi migliori.
Se non altro spicca il dato dell’ultimo periodo, due vittorie e un pari arrivate all’ultimo tuffo, segnali di una squadra che sta provando a diventare “da serie B” al di là dei proprio limiti.
Ora la sosta che non è lunghissima, ma consentirà di ricaricare le pile e recuperare al meglio qualche interprete, nell’attesa, come detto, che il mercato porti qualche puntello che dia una mano.

Del resto a livello di risultati far peggio di questo 2023 sarà molto difficile, per cui ben venga il nuovo anno, sperando che sia veramente un nuovo inizio.
Tutte le info sul match a questo indirizzo.

Enrico Lazzeri
Enrico Lazzeri
Nato a La Spezia, è il Direttore Responsabile della testata, segue lo Spezia con passione e trasporto dai primi anni '80 prima da tifoso, poi da tecnico televisivo ed infine da giornalista. Per anni Direttore di Astroradio, collabora con Tele Liguria Sud dagli anni 80, attualmente opinionista nella trasmissione Voglia di Spezia al giovedì sera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

FOCUS – Tasselli di un nuovo inizio

Non c'è teatralità, non ci sono giochi di prestigio...

Spezia Calcio e Spigas Clienti già al lavoro per la stagione 2024-2025

Lo Spezia Calcio e il suo sponsor principale Spigas...

SpeziaCalcioNews TV – Conferenza stampa del Presidente Philip Platek

https://youtu.be/IrwfoyjcOIE

FOCUS – D’Angelo 2027

Nelle ore in cui Vincenzo Italiano succede a Thiago...
P