IL PAGELLONE di Pisa-Spezia – Falcinelli esperienza da vendere, Verde decisivo

Lo Spezia torna alla vittoria, la prima nel nuovo anno, e si gode un Falcinelli apparso subito integrato nel progetto. La sua esperienza e la magia di Verde tra le note liete di un pomeriggio che restituisce un mezzo sorriso all'ambiente spezzino. Da segnalare anche il lavoro eccellente tra i pali di Zoet, la prestazione positiva di Kouda che porta anche in vantaggio i suoi e in generale una voglia di lottare che sarà fondamentale per raggiungere l'obiettivo.

|

|

ZOET 7 – Autentico miracolo sul destro ravvicinato di D’Alessandro. Si ripete nel secondo tempo sulla girata di Mlakar e sul colpo di testa a botta sicura di Tourè.

BERTOLA 6 – Mette una pezza su Mlakar in avvio salvando gli aquilotti, fa buona guardia su Torregrossa e limita il suo raggio di azione. Mateju gli dà il giusto supporto aiutandolo nelle fasi più critiche.

HRISTOV 6,5 – Non parte benissimo con Mlakar che gli scappa via e per poco non porta in vantaggio il Pisa. È lui, però, a dare inizio all’azione del vantaggio con una bella sventagliata che pesca Vignali. Nella ripresa si erge a baluardo.

NIKOLAOU 6 – Dalla sua parte gravita un Arena decisamente in palla e il greco cade spesso nella trappola del fantasista. Non è nella sua versione migliore da quando è allo Spezia ma anche lui contribuisce a fermare l’arrembaggio del Pisa.

MATEJU 6,5 – D’Alessandro lo mette in difficoltà con un paio di accelerazioni e se lo perde sulla rete del 2-3 Pisa, ma è una ripartenza. Con una bella percussione guadagna il calcio di rigore per gli aquilotti e soprattutto fornisce una protezione costante per Bertola.

CASSATA 5,5 – È bravo nello schermare le trame di gioco di Veloso. Macchia la sua partita con la palla persa a centrocampo che permette al Pisa di accorciare le distanze.

ESPOSITO S. 6 – Soffre talvolta la rapidità dei trequartisti pisani finendo per mostrare a tratti le sue difficoltà attuali. Meglio in cabina di regia dove cerca di velocizzare le giocate a favore di una manovra più fluida. Lotta per tutto il match in maniera encomiabile.

VIGNALI 5,5 – Calabresi spinge e lo spezzino gli lascia troppo spazio subendo anche un tunnel. Si riscatta servendo l’assist per Kouda ma è ingenuo nel atterrare Arena regalando il rigore al Pisa. Nella ripresa viene saltato spesso anche da Tramoni, per cui D’Angelo lo sostituisce.

KOUDA 7 – Secondo gol in campionato per la rivelazione degli aquilotti, chirurgico il destro che fa secco Nicolas. Su assist di Falcinelli centra anche la doppietta ma il gol viene annullato. Come se non bastasse sull’azione si fa male ed è costretto a uscire.

VERDE 7,5 – Doppietta da sogno per il 99. Prima rispolvera il sinistro a cui aveva abituato tutti gli spezzini negli anni passati disegnando un arcobaleno che batte Nicolas. Raddoppia su rigore concedendosi anche il cucchiaio. Il dubbio ora è, resta o parte?

FALCINELLI 7 – La sua esperienza è forse la cosa che mancava all’attacco dello Spezia. Generoso nel venire ad aiutare i compagni nella propria metà campo e ottima la sponda che regala la possibilità a Verde di prendere la mira e segnare. Fondamentale anche nella ripresa quando si guadagna punizioni importanti e fa ammonire Nicolas in uscita rischiando di fargli commettere fallo da rigore. Ottimo e convincente esordio.

JAGIELLO 6,5 – Si piazza nel mezzo al posto di Cassata cercando di dare una mano con fisicità e freschezza. Recupera tanti palloni e permette di alleggerire la pressione dei padroni di casa. Dimostra di essere adatto a combattere anche lui per la salvezza.

PIETRA 6 – Intraprende un vero e proprio duello con D’Alessandro. Riesce in più occasioni a chiudergli lo spazio per calciare, si prende anche un giallo, ma alla fine ha la peggio il giocatore del Pisa che termina il match zoppicando.

MORO S.V. – Ha la valigia in mano ma si spende con trasporto per portare a casa il risultato nel finale.

ESPOSITO P. S.V. – “Mister se serve mi è passata la febbre e vengo a giocare” dice al tecnico in mattinata raggiungendo poi la squadra per disputare l’ulitmo spezzone di gara, dopo una settimana lontano dagli allenamenti.

ALL. D’ANGELO 7 – Torna da ex all’Arena Garibaldi e ne esce vittorioso. Il successi sofferto di oggi è soprattutto suo, perché con una squadra sfiduciata e decisamente decimata nelle ultime settimane da mercato e infortuni, riesce comunque a vincere in trasferta contro un avversario ostico. Ad aiutarlo i nuovi acquisti Mateju e Falcinelli che, nonostante i pochi allenamenti, sono stati schierati entrambi dal 1′ e sembrano subito entrati nei meccanismi. La difesa a 3 dà continuità alla prestazione offerta contro la Cremonese. Unico neo di questo pomeriggio è il secondo tempo troppo remissivo a sottoporsi all’assedi dei padroni di casa, tuttavia è proprio lui a spiegarlo in sala stampa come l’inevitabile sofferenza di una squadra non più abituata a vincere e con la dannata necessità di farlo. Ma per le prestazioni convincenti e il bel gioco bisognerà attendere tempi migliori. Si attende ancora qualche mossa dal mercato, con un giocatore per ruolo e spera che Verde possa essere ancora una delle armi a sua disposizione, ma se dio vuole, pochi giorni e saprà tutto.

ARBITRO MARIANI 6 – Bravo nel spegnere gli animi in un finale di match infuocato, meno bravo a non vedere dal vivo il fallo di Esteves su Mateju, lo salva il VAR. Vede bene invece in occasione del primo rigore per il Pisa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Giuseppe Di Serio e un inizio da bomber “Una vera emozione segnare sotto la Ferrovia”

Un gol da rapace d'area di rigore a Terni,...

FOCUS – Il nuovo attacco..

Che il reparto offensivo avesse bisogno di rinforzi ce...

Il Sondaggio – Vota i tre migliori di Spezia – Cittadella

Da questa settimana riprendiamo gli appuntamenti con il nostro...

Le Interviste – D’Angelo: “Commesso solo un errore, abbiamo reagito da squadra allo svantaggio”

Dopo la vittoria per 4-2 al "Picco" contro il...
P