TOP & FLOP di Cosenza-Spezia – Elia magia, a Pio Esposito manca solo il gol

L'esterno, entrato nella ripresa, spinge forte sulla fascia e finalmente si toglie anche la soddisfazione del primo gol in campionato, e che gol.. L'attaccante scuola Inter disputa di gran lunga la miglior gara in maglia bianca, provocando il primo gol di Reca e sfiorando quello personale in più occasioni.

|

|

Finisce 2-2 la gara del “Marulla” tra Cosenza e Spezia: alla rete di Tutino ad inizio partita, risponde Reca sul finale di frazione. Nella ripresa i padroni di casa passano nuovamente in vantaggio, ancora con Tutino. Elia pareggia i conti e nel finale viene annullato il possibile gol vittoria di Vignali. Lo Spezia si giocherà tutto nell’ultima giornata contro il Venezia.

Parte subito forte il Cosenza: al 5′ Tutino sblocca il punteggio da calcio di punizione, con un siluro dalla distanza che supera la barriera e punisce Zoet. Al 7′ il colpo di testa di Esposito P. termina fuori. Al 10′ il tentativo da posizione defilata di Antonucci viene deviato in corner dalla difesa aquilotta. Al 14′ ci prova Verde da calcio piazzato, ma Micai respinge con i pugni. Al 15′ il tentativo di testa di Hristov dà l’illusione del gol colpendo l’esterno della rete. Al 25′ la girata in area di Verde termina di poco alta sulla traversa. Al 27′, sugli sviluppi di un corner, il colpo di testa di Meroni viene messo sul fondo da Zoet. Al 28′ il mancino di Marras termina fuori di poco. Al 33′ sulla deviazione aerea di Esposito P. per poco non ci arriva Di Serio, la la palla viene deviata in corner. Al 40′ anche Nikolaou ci prova di testa, ma la sfera termina di poco alta sulla traversa. Al 42′ l’azione personale di Esposito S. finisce con un potente tiro, deviato in corner da Micai. Al 48′, dopo revisione al Var, l’arbitro concede un calcio di rigore allo Spezia: al 51′ Verde sul dischetto si fa ipnotizzare da Micai, che mette in angolo. Al 53′, sugli sviluppi del corner lo Spezia segna la rete del pareggio grazie alla deviazione vincente di Reca.

La ripresa inizia con il calcio di punizione di Tutino, questa volta alto sulla traversa. Al 48′ è Di Serio a provare la conclusione, deviata in angolo da Micai. Al 49′ tocca a Zoet mettere sul fondo il tiro cross di Marras. Al 50′, sugli sviluppi del corner, Tutino di tacco mette in rete la palla della sua personale doppietta. Al 57′ Verde prova l’azione personale, ma il suo tiro termina alto. Al 59′ il rasoterra dalla distanza di Mazzocchi viene parato a terra da Zoet. Al 60′ il colpo di testa di Reca viene parato da Micai e successivamente il tentativo di Esposito P. viene salvato sulla linea da Marras. Al 66′ la punizione di Verde viene parata a terra dall’estremo difensore dei calabresi. Al 70′, sugli sviluppi di una punizione, Esposito P. prova il colpo di testa, parato in due tempi da Micai. Al 74′ lo Spezia pareggia grazie al gran destro dalla distanza di Elia, bravo a stoppare la sfera e battere il portiere rossoblù. Al 79′ il tiro dalla distanza di Florenzi viene bloccato a terra da Zoet. All’88’ il colpo di testa di Hristov finisce sul fondo. Al 91′ Micai interviene con la mano a deviare il tentativo di Vignali, poi Meroni spazza sull’accorrente Falcinelli. Al 94′ Vignali segna il possibile gol vittoria, annullato dal Var per fuorigioco.

Dopo questa partita, ecco i nostri TOP & FLOP.

TOP COSENZA: TUTINO. L’attaccante rossoblù è per distacco il migliore in campo: è un vero leader in campo per la sua squadra e con l’odierna doppietta raggiunge quota 19 reti in campionato. Il numero 9 incanta con il primo gol su calcio di punizione, ma fa decisamente stropicciare gli occhi con la seconda rete di tacco al volo. Il tecnico Viali gli regala la standing ovation all’88’ quando lo sostituisce con Canotto.

FLOP COSENZA: VIVIANI. Il centrocampista classe 2000 entra poco nella manovra della sua squadra ed è spesso lento e poco brillante. Per il numero 24 rossoblù sono pochi i minuti giocati in questo campionato e proprio la mancanza di continuità gli impedisce forse di farsi valere in mediana. Al 63′ infatti, l’allenatore lo sostituisce con Voca.

TOP SPEZIA: ELIA. L’esterno bianco, entrato al 61′, crea subito scompiglio sulla sua fascia e gli bastano tredici minuti per firmare il suo primo gol con la maglia dello Spezia: controllo, palleggio e destro al volo dalla distanza che non lascia scampo a Micai. Il numero 7 aquilotto si conferma ancora una volta una risorsa importantissima per questo rush finale di campionato.

TOP SPEZIA: ESPOSITO P. L’attaccante spezzino lotta molto su tutto il fronte offensivo ed è un pericolo costante nei calci piazzati. Il gol del pareggio aquilotto nasce da un suo tentativo in area e anche nella ripresa in almeno due occasioni va molto vicino alla rete: prima Marras salva sulla linea, poi Micai para in due tempi. Nonostante non sia riuscito a segnare, la prestazione del numero 9 bianco è importante e mostra la crescita del giovane classe 2005.

Giulia Lorenzini
Giulia Lorenzini
Nata a La Spezia, diplomata al Liceo Classico, giornalista pubblicista. Collabora con tuttob.com, prima dell'esperienza televisiva a Sportitalia e quella con la conduzione di uno spazio nella trasmissione Assist Show su Primo Canale. Collaboratrice del Secolo XIX online per la sezione eventi, è redattrice di SpeziaCalcioNews dal 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Il PAGELLONE della Stagione – MISTER Luca D’Angelo

Voto : 7,5 La firma più grande posta sopra questa...

Il PAGELLONE della Stagione – l’ATTACCO

ANTONUCCI 5 - 19 Presenze, 1263 minuti giocati. Doveva essere...

Il PAGELLONE della Stagione – Il CENTROCAMPO

BANDINELLI 5,5 - 33 Presenze, 1962 minuti giocati I Numeri...

Il PAGELLONE della stagione – La DIFESA

DRAGOWSKI 5 - 13 Presenze, 1170 minuti giocati.L'estremo difensore...
P