TOP & FLOP di Reggiana-Spezia – Cassata ovunque, Nagy ispirato

Tanti i protagonisti in positivo della sfida del 'Mapei', abbiamo scelto le prestazioni dell'esterno spezzino, molto bravo nel ruolo di cursore, ma anche nelle incursioni in area di rigore dove impegna per due volte il portiere. Merita menzione anche la gara del centrocampista ungherese che disputa la sua migliore gara da quando veste la maglia bianca, supportato da un ottimo Salvatore Esposito.

|

|

Finisce 0-0 la gara del “Mapei Stadium” tra Reggiana e Spezia. Il primo tempo viene giocato a buona intensità da parte di entrambe le formazioni, ma concluso a reti bianche. La ripresa è densa di occasioni per i padroni di casa, ma in quantità maggiore per gli ospiti: nonostante i diversi tentativi, gli aquilotti non riescono a sbloccare il risultato e portano a casa un solo punto.

Parte subito forte lo Spezia: al 6′ Cassata serve Verde, ma la conclusione sotto porta dell’attaccante bianco sfiora il palo. Sono gli ospiti a fare la partita, mentre i padroni di casa sembrano non aver ancora preso le misure. Al 21′ è Cassata a provare il tiro ravvicinato, respinto dall’attento Satalino. Al 34′ Falcinelli prova il mancino, di poco a lato. Al 34′ il tentativo da fuori di Bianco finisce alto sulla traversa. Al 35′ Fiamozzi serve Girma, ma la sua conclusione al volo colpisce il palo; poi Portanova fallisce il tap-in. Al 38′ il sinistro dalla distanza di Kabashi termina fuori di poco. Al 43′ il tentativo in spaccata di Falcinelli viene parato da Satalino: sulla respinta arriva il tiro di Elia, finito alto.

Ad inizio ripresa il ritmo della gara resta alto, ma non ci sono occasioni per le due squadre. Al 54′, sugli sviluppi di un corner, il colpo di testa di Hristov termina sul fondo. Al 58′ Verde serve Cassata, ma il suo destro viene bloccato in due tempi dal portiere granata. Al 61′ Bianco serve in area per la deviazione aerea di Gondo, a lato di poco. Al 64′ ci prova ancora di testa Hristov e questa volta Gondo salva la sua porta deviando in corner. Al 68′ l’azione personale di Elia termina con il siluro dal limite, parato in tuffo da Satalino. Al 73′ Okwonkwo prova il tiro dalla distanza, alto sulla traversa. All’80’ è ancora il numero 18 granata a provare la conclusione, ma la palla termina alta. All’87’ il sinistro a giro dal limite di Verde finisce oltre la traversa. Al 90′ Vignali segna il gol del vantaggio aquilotto, ma l’arbitro annulla per il precedente fallo di Esposito P. Al 97′ la conclusione sotto porta di Esposito P. finisce oltre la traversa, ma l’arbitro aveva fischiato un fallo in precedenza.

Dopo questa partita, ecco i nostri TOP & FLOP.

TOP REGGIANA: SATALINO. Il portiere granata gioca una partita praticamente perfetta ed è il migliore tra i suoi. Già nel primo tempo il numero 12 è bravo a dire no a Cassata e successivamente a Falcinelli. Nella ripresa poi l’estremo difensore replica la parata sul numero 29 bianco, ma si supera nell’intervento in tuffo sulla conclusione di Elia. Se la Reggiana in questa partita riesce a conquistare un punto lo deve soprattutto al suo portiere.

FLOP REGGIANA: KABASHI. Il centrocampista granata non gioca la migliore delle sue partite. Poco brillante in mediana, il numero 77 non riesce a sfruttare al meglio le proprie caratteristiche e perde nettamente il duello con Nagy. Nel finale di gara il giocatore albanese perde completamente la testa e colpisce Esposito P. a gioco fermo: per il direttore di gara è rosso diretto.

TOP SPEZIA: CASSATA. L’esterno aquilotto è autore di una buona gara e ha due delle occasioni più ghiotte di tutta la partita. Ad inizio si trasforma in uomo assist, servendo a Verde un ottimo pallone; poi, qualche minuto più tardi i ruoli si invertono ed è proprio il numero 99 a mettere Cassata davanti a Satalino, bravo a parare. Nella ripresa lo spezzino prova ancora la conclusione, questa volta bloccata in due tempi dall’estremo difensore granata. All’81’ viene sostituito da Vignali.

TOP SPEZIA: NAGY. Il centrocampista bianco gioca una gara davvero attenta recuperando tantissimi palloni e riuscendo a dare alla sua squadra un buon equilibrio. In diverse occasioni il numero 8 aquilotto innesca le ripartenze dei suoi e fa ammonire un paio di avversari. In mediana l’ungherese è davvero imprendibile per gli i giocatori della Reggiana: quantità e qualità che fanno bene al centrocampo di mister D’Angelo.

Giulia Lorenzini
Giulia Lorenzini
Nata a La Spezia, diplomata al Liceo Classico, giornalista pubblicista. Collabora con tuttob.com, prima dell'esperienza televisiva a Sportitalia e quella con la conduzione di uno spazio nella trasmissione Assist Show su Primo Canale. Collaboratrice del Secolo XIX online per la sezione eventi, è redattrice di SpeziaCalcioNews dal 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Il Sondaggio – Vota i tre migliori di Spezia-Sampdoria

Proseguiamo gli appuntamenti con il nostro sondaggio relativo all'ultima...

La ripresa – Cassata ai box, terapie per lui dopo lo stop con la Sampdoria

Questo pomeriggio lo Spezia di mister D'Angelo è tornato...

Le società protesta: Le dichiarazioni di Andrea Gazzoli ed Eduardo Macia

Per chiarire la posizione della società rispetto alla direzione...

Le Interviste – D’Angelo: “C’è tanta amarezza, il Var non può rovinare così una gara”

Dopo il pareggio a reti bianche in casa contro...
P