Il PAGELLONE di Reggiana-Spezia – Hristov muro, Nagy ovunque, Verde imbuca e l’ottimo Cassata, manca il guizzo in avanti

Zoet spettatore è il buon auspicio per il futuro. Hristov si conferma imprescindibile, Nagy uomo ovunque di quantità e qualità. Verde pericolo costante per la retroguardia di Nesta, la sterilità offensiva resta però dato allarmante: non paga l'esperienza di Falcinelli, non paga la beata gioventù di Pio, ma non potrà nemmeno esserci sempre il portiere come migliore in campo degli avversari.

|

|

ZOET 6 – Uno dei diecimila spettatori di oggi al Mapei Stadium. Un buon appiglio per un buon futuro..?

MATEJU 6,5 – A suo agio da braccetto della difesa a 3, gioca d’impeto e di fisico, ma con grande ordine. Raramente in sofferenza.

HRISTOV 7 – Che è mancato tremendamente alla retroguardia aquilotta, per lunghi mesi, l’abbiamo già detto..? Partita di assoluta efficacia e tempestività su Gondo e sugli avanti di casa, va come di consueto vicinissimo al gol sugli sviluppi di calcio da fermo. Assoluta garanzia.

NIKOLAOU 6 – Non pasticciasse in fase di impostazione sarebbe più che sufficiente. Grosso limite. Avere Hristov accanto a lui è comunque roba importante.

CASSATA 7 – Meriterebbe mezzo voto in meno per quel cartellino giallo completamente senza senso, da diffidato, per uno Spezia che già di per sé fa una fatica tremenda, con i cambi, a cambiare le partite o consolidarle tatticamente e fisicamente nei 90 minuti. La sua per il resto è una gara di grande sostanza e, a tratti, anche di ottima qualità. Ancora pericoloso al tiro, ancora vicino al gol, anche un Paio di assist al bacio che mandano al tiro Verde e Falcinelli dentro l’area. Si conferma in crescita nel ruolo di assaltatore.

ELIA 6,5 – Primo tempo da pendolino, ordinato e ficcante. Nella ripresa te lo aspetteresti calare con più anticipo invece tiene botta, trovando anche il tempo per una bella conclusione da fuori che Satalino toglie dall’angolino.

ESPOSITO S. 6,5 – Primo tempo non dei migliori, sembra ripiombare in una delle sue giornate meno brillanti in fase di scelte e di palleggio. Momenti di pausa, orizzontalità talvolta eccessiva. Nella ripresa riduce al minimo i momenti di pausa e con Nagy tira su una barriera di livello davanti alla difesa costruendo anche tanto.

NAGY 7 – Partita a momenti mostruosa li nel mezzo, nelle due fasi. Primo tempo d’eccellenza: scherma, riparte, duetta con grande qualità, è uomo ovunque. Gioca con tanto ritmo e alta intensità fino in fondo. Da applausi.

JAGIELLO 6 – Pare sempre un po’ districarsi senza estremo costrutto in una terra di mezzo tra la trequarti e la mediana, non ha spunti decisi e decisivi, pur abbozzando diverse volte l’uno contro uno. Ci si aspetta qualcosa di più anche da lui negli ultimi metri.

VERDE 7 – Uno spettacolo vederlo cosi. Pericolo numero uno per Alessandro Nesta, che gli costruisce una mini gabbia intorno. Quasi tutti i pericoli tali o potenziali passano per le sue giocate, la sua capacità di pescare l’uomo in area, faccia alla porta, in azioni di transizione. Oggi nessuna giocata risulta decisiva, di certo, senza dubbio alcuno, oggi lui appare come l’unico giocatore in grado di incidere e decidere negli ultimi 20 metri. Non è un caso se un po’ tutte le pochissime vittorie aquilotte portano la sua firma.

FALCINELLI 6 – Lotta, si danna, protegge un numero importante di palloni, va alla deviazione pericolosa sotto porta, da buon attaccante d’area, ma ancora una volta non trova il modo per risultare determinante. E questa è una pecca, in uno Spezia che non riesce mai ad avere la zampata vincente fuori casa.

BANDINELLI 6 – Compitino forse? Forse si..

ESPOSITO P. 5,5 – Il ragazzo si farà, ma conta tremendamente l’oggi a questo Spezia e i suoi 20 minuti finali, quel pallone d’oro buttato goffamente in curva senza pressione avversaria (il gol non sarebbe comunque stato valido, giusto dirlo), il fallo palese in occasione del gol annullato a Vignali, e altre situazioni di gioco nelle quali appare troppo timido palla al piede, raccontano qualcosa della sterilità offensiva sparsa lungo tutta la stagione dal nostro reparto offensivo. Non l’unico colpevole, sia chiaro. Ma molto partecipe..

VIGNALI S.V.

MORO S.V.

ALL. D’ANGELO 6,5 – Anche in una gara preparata molto bene, nella quale concedi giusto una ventina di minuti nella prima frazione ai padroni di casa, i suoi non trovano la via del gol. E non è ovviamente solo una questione di bravura degli estremi avversari. Nella ripresa la sua squadra mantiene ritmi alti con grande continuità, marcature preventive praticamente perfette, padronanza del gioco.
Certo è che poi, al momento dei cambi, si dovrebbe pescare qualcosa di più intenso dalla panchina, con l’Ascoli saranno graditissimi i ritorni di Reca, oggi risparmiato per non rischiare nulla, e Kouda, capaci di dare anche cambio di passo importante,
Oggi Pio non ho inciso, mentre era entrato molto bene nella gara con il Sudtirol, mentre Moro ha visto soli i titoli di coda.
Oggi come a Bari, è mancato l’acuto esterno ed è una zavorra pesante per una squadra che non può permettersi, o forse si?, di non fare qualche vittoria esterna, specie nel contesto di certe prestazioni.

Arbitro SANTORO 6,5 – Sa della delicatezza del match e del fatto che sia quasi un derby, per cui pronti via e c’è già un giallo per Portanova. Gestisce bene la gara proprio dal punto di vista della disciplina e azzecca le decisioni, come quella di annullare il gol di Vignali per il fallo precedente di Pio Esposito.

Dennis Maggiani
Dennis Maggiani
Nato a La Spezia, laureato in Scienze giuridiche, Istruttore qualificato di Scuola Calcio, ex Osservatore del Settore giovanile dello Spezia Calcio. Dal 2015 redattore di Spezia Calcio News Quotidiano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!

Ultimi articoli

News Italpress

Altri Articoli
Correlati

Il Sondaggio – Vota i tre migliori di Spezia-Sampdoria

Proseguiamo gli appuntamenti con il nostro sondaggio relativo all'ultima...

La ripresa – Cassata ai box, terapie per lui dopo lo stop con la Sampdoria

Questo pomeriggio lo Spezia di mister D'Angelo è tornato...

Le società protesta: Le dichiarazioni di Andrea Gazzoli ed Eduardo Macia

Per chiarire la posizione della società rispetto alla direzione...

Le Interviste – D’Angelo: “C’è tanta amarezza, il Var non può rovinare così una gara”

Dopo il pareggio a reti bianche in casa contro...
P